UN CLASSICO: LA PIZZA DELLE SIMILI!!!


Nel libro "Pane e roba dolce", le Simili propongono due varianti a partire dagli stessi ingredienti: la pizza bassa e la pizza alta. Quella che vedete in foto è la pizza alta, e per ottenerla dovete seguire tutti i passaggi della ricetta (che prevede 2 lievitazioni in più). Se invece volete provare la pizza bassa, o se andate di fretta, vi basterà saltare i passaggi tra parentesi.
INGREDIENTI
500 g di farina 00 forte
250 g di acqua
50 g di olio
25 g di lievito di birra
10 g di sale
1 barattolo di pomodori pelati da 800 g
4 mozzarelle fior di latte o di bufala (500 g)
olio, origano, sale pepe per il pomodoro
Altri ingredienti a piacere devono essere cotti in precedenza, e vanno distribuiti sulla mozzarella prima dell'ultima infornata.

PROCEDIMENTO
Fare la fontana, mettere al centro il lievito sbriciolato e scioglierlo con l'acqua. Raccogliere un po' di farina, unire il sale e l'olio, e impastare tutto.
Fare un filone, coprirlo a campana e lasciarlo riposare circa 90 min.
(Lavorare ancora la pasta qualche minuto, riformare il filone e lasciare lievitare ancora 90 min).
Nel frattempo mettere i pomodori pelati in uno scolapasta, tagliarli un po' e farli sgocciolare. Tritare la mozzarella, metterla a scolare in un colabrodo e, se rimane bagnata, strizzarla con le mani prima di metterla sulla pizza.
Mettere un po' d'olio nel centro di una teglia di circa 30X40 cm. Con l'olio fare una striscia solo al centro, o non si riuscirà più a fissare i bordi.
Quando la pasta è pronta non lavoratela più, o tornerà elastica. Semplicemente, senza toccarla, appiattirla con il mattarello e trasferirla nella teglia.
Salare e pepare il pomodoro, e distribuirne uno strato sottile sulla pasta. Con la punta delle dita scoprire qui e là la pasta, formando dei buchi attraverso i quali potrà uscire il vapore che farà il pomodoro durante la cottura.
(Lasciare lievitare mezz'ora prima di infornare)
Infornare a forno già caldo a 240-250° e cuocere 7-8 min. Girare la teglia e cuocere altri 7-8 min. Quando la pasta sarà cotta e dorata, toglierla dal forno e distribuirvi la mozzarella, l'origano e l'olio. Infornare di nuovo per 6-7 min, quindi sfornare.
Fare riposare la pizza qualche minuto prima di tagliarla...

Commenti

  1. Complimenti per questa pizza invitante!!
    Io di solito la faccio diversamente, ma proverò sicuramente la ricetta infallibile delle sorelle Simili.
    Ciao, Laura ;)

    RispondiElimina
  2. Ma che bella, a quest'ora poi un pezzetto lo mangerei volentieri.
    Bellissima davvero e sicuramente ottima!
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. Avevo un buco allo stomaco e vedendo la tua pizza, li, sola soletta che aspettava di essere mangiata, il buco è diventato una voragine......è "insano" visitare blog di cucina quando si ha fame e non si può andare ad aprire il frigo hahahahahaha!!!!Buona settimana!

    RispondiElimina
  4. Ciao! ma quanto ci piace la pizza fatta in casa! noi la preferiamo alta e soffice..e con la bufala..è una vera meraviglia!
    un bacione

    RispondiElimina
  5. Questa pizza è un capolavoro! Mi piace assai!

    RispondiElimina
  6. Sto aspettando questo libro via posta a giorni, non vedo l'ora..poi sperimenterò pure io! :)
    bellissima la tua pizza!:)

    RispondiElimina
  7. Io invece, oltre ad avere in cottura una zuppa di verse con la salsiccia, ho in previsione per stasera una focaccia coi pomodorini ...

    RispondiElimina
  8. Sono venuta a visitare il tuo blog e mi son iscritta come sostenitrice ;) devo dire che è davvero bello! Penso che verro' a trovarti spesso...
    Che dire della pizza? Bellissima e sicuramente buonissima! Le sorelle simili sono una certezza.

    RispondiElimina
  9. Meravigliosa... questo libro lo devo assolutamente comprare!!! Bacioni

    RispondiElimina
  10. A me piacciono entrambe le versioni... Che bontà!! grazie per la ricetta.. bacioni :-)))

    RispondiElimina
  11. Ciao!Grazie per essere passata!Meravigliosa questa pizza...hai un bellissimo blog e lo sai che io ho un gatto norvegese delle foreste?!!!!!!Si chiama Merlino...tornerò a farti visita spesso!!!!
    UN ABBRACCIO e a presto!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. mamma mia è così invitante che mi mangerei lo schermo!

    RispondiElimina
  13. grazie della visita che ricambio volentierissimo, che blog appetitoso!!! la pizza è favolosa , ma ho sbirciato l'angelica...che spettacolo!
    ciao Reby

    RispondiElimina
  14. Eccomi a mangiare con gli occhi questa pizza.
    Sono contenta che, a parte 1 lievitazione in più la faccio più o meno uguale ma comunque ho imparato alcuni accorgimenti o meglio delle finezze che mi mancavano...
    Non si smette mai adi imparare!!
    baci e compliments

    RispondiElimina
  15. la foto di questa pizza dice mangiami mangiami.....magari una bella fettona adesso!!!baci imma

    RispondiElimina
  16. Non conoscevo la ricetta delle Simili, però da anni faccio l'impasto nel modo identico. Noi la preferiamo bassa, quindi la faccio lievitare una sola volta (se no mio marito brontola che non è venuta bene).
    La foto parla da sola, è buonissima.

    RispondiElimina
  17. ciao carissima!!
    ricetta delle simili?
    allora è una garanzia! l'aspetto è veramente appetitoso ^_^

    bacioni

    RispondiElimina
  18. Proverò la versione bassa anche se quella alta me la papperei volentieri :P

    RispondiElimina
  19. Mi piace l'idea della doppia versione della ricetta: pizza sottile, pizza alta. Insomma, come nelle migliori pizzerie: ce n'è per tutti i gusti! Brava!
    A presto
    Sabrine

    RispondiElimina
  20. Ma questa pizza è una vera e propria meraviglia!!! Laura

    RispondiElimina
  21. OK, le Simili saranno anche un "marchio", una certezza, una sicurezza... però al di là di questo, uno deve anche saperci fare.. detto questo, ma quanto ti è venuta bene questa pizza!? no sul serio, fantastica!

    RispondiElimina
  22. Mi hai fatto venire una voglia..... è veramente tanto che non "spizzo" e la tua è veramente perfetta

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari