IL NOSTRO MENU DI PASQUA (3): ERBAZZONE PASQUALE DI ALESSANDRA SPISNI, VERSIONE MINI!

Avendo scelto di presentare l’erbazzone come antipasto, ho considerevolmente ridotto le dosi della ricetta originale di Alessandra Spisni, presa dal libro “Scuola di cucina”. In questo modo ho ottenuto un piccolo tortino che poi ho tagliato in 5 fette e l'ho servito insieme agli altri antipasti.

Purtroppo non ho fatto in tempo a scattare la foto dell’interno di quest’erbazzone, ma posso dire che era davvero bellissimo da vedere: il guscio di pasta simil-brisée è farcito con un composto di spinaci e formaggio al centro del quale, in una nicchia, è stato sgusciato un uovo intero che in cottura è diventato sodo.
La ricetta prevedeva che gli spinaci fossero bolliti, ma io ho preferito evitare questo passaggio, perchè gli spinaci sono talmente ricchi di acqua che basta cuocerli lentamente in una padella con il coperchio, affinchè diventino morbidi e “succosi”, con il vantaggio di evitare che disperdano nell’acqua di cottura buona parte dei propri principi nutritivi.
Un’altra piccola modifica che ho apportato alla ricetta originale riguarda le proporzioni farina-burro della pasta simil-brisée: su 150 g di farina ho messo 50 g di burro, anzichè 35.
Bene, ecco dunque la ricetta a modo mio!

INGREDIENTI
per la pasta

150 g di farina 00
50 g di burro
acqua freddissima qb
sale qb
per la farcia
300 g di spinaci (o di erbette miste)
1 spicchio d’aglio
15-20 g di parmigiano grattuggiato
prezzemolo qb
noce moscata qb
1 uovo
15 g di burro
sale grosso e fine e pepe qb

PROCEDIMENTO
Per la pasta, lavorare in un mixer la farina con il burro, quindi aggiungere acqua a sufficienza per ottenere un composto omogeneo.
Avvolgere l’impasto in un canovaccio (io ho usato la carta forno, che a differenza della pellicola, lascia respirare l’impasto) per almeno 30 min.
Per la farcia, mondare le verdure e cuocerle lentamente in una padella capiente con il coperchio. Quando saranno molto morbide tritarli grossolanamente e insaporirli in padella con l’aglio e il burro.
Trasferire in una terrina, unire il parmigiano e il prezzemolo. Regolare di sale, pepe e moce moscata e lasciare raffreddare.
Foderare una piccola pirofila con metà della pasta e stendervi la farcia. Con un cucchiaio ricavare una nicchia e sgusciarvi l’uovo.
Coprire con la pasta rimasta, spennellare con acqua e cospargere di sale grosso.
Cuocere in forno a 200° per 30 min.

UN APPUNTO: io ho cotto questo tortino, come da ricetta, senza la cottura in bianco della base di pasta brisée, e impostando il forno sulla funzione “Cottura intensa”… E’ cotto perfettamente, ma la prossima volta voglio provare a infornare l’impasto da solo (in bianco), prima di farcirlo con gli spinaci.

Commenti

  1. L'avevo adocchiato anch'io; bella l'idea della versione antipasto

    RispondiElimina
  2. Davvero carino!!! Si presenta benissimo e dev'essere una squisitezza!! Bravissima!! Baci.

    RispondiElimina
  3. Questa è una di quelle cose che io sarei capace di mangiarmi intera, cacciando a colpi di oggetto contundente qualsivoglia commensale che osi avvicinarsi... Prendo nota religiosamente ripromettendomi di farne doppia dose, così anche il mio amato bene potrà gustarsi la sua parte senza che io lo guardi in cagnesco :D

    RispondiElimina
  4. che bontà!!!!!! deve essere davvero strepitoso e se lo rifai fai la foto del dentro sono curiosissima dell'effetto :-))) baci Ely

    RispondiElimina
  5. Che carino!!!!....e che buonooo!!! complimenti e buon week end!!! un bacio

    RispondiElimina
  6. Che bonta! Complimenti!

    RispondiElimina
  7. Ha un aspetto troppo delizioso questo erbazzone in formato mini.

    RispondiElimina
  8. Beh, ma non vi siete ancora alzati dal tavola dal giorno di Pasqua? AhAhAh...scherzoooo!!Mamma mia quest'erbazzone è da brvido!!Che bella foto! Un bacio

    RispondiElimina
  9. Ciao!
    Volevo avvisarti che ho terminato la stesura del pdf della raccolta “Col cappero” a cui hai partecipato. Se hai voglia di guardarlo, stamparlo o scaricarlo trovi tutto il necessario su http://panperfocaccia-grianne.blogspot.com/2010/04/raccolta-col-cappero-ecco-il-pdf.html
    Ti ringrazio per il tuo contributo e ti chiedo di dare un’occhiata alla tua parte di opera per verificare che io non abbia fatto danni! :)
    Grazie ancora e buona serata!
    Cristina

    RispondiElimina
  10. La foto è molto invitante e la pasta è leggera, mi sarebbe piaciuto vedere l'interno con l'uovo!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  11. buonissimo l'erbazzone!

    e poi questo è proprio bellino....

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari