23 apr 2010

STINCO DI VITELLO CON PURE’ DI PORRI E NIDI DI MELA

 
     
Un paio di mesi fa avevo letto questa ricetta di Maria Grazia Calò, e mi era sembrata strepitosa: quest’idea di svuotare le mele per poi farcirle con le patate, la pancetta affumicata, e la polpa delle mele stesse, mi ha subito conquistata… Per non parlare del purè di porri, che ha un sapore delicato e stuzzicante, adatto ad accompagnare questa come tante altre preparazioni…
E poi lo stinco: un taglio di carne che non avevo mai cucinato né assaggiato… Però c’è sempre una prima volta, no?

Che dire… è valsa la pena di aspettare: la carne era tenerissima e gustosa, i contrasti di sapori azzeccati…
Ci è piaciuto tantissimo! Lo preparerò ancora, magari come piatto unico (anche perchè è mooolto sostanzioso!)

Ecco la ricetta, la riporto così com’è dal sito di
Maria Grazia Calò:
 
INGREDIENTI
Per lo stinco:
1 stinco di vitello,
2 spicchi di aglio,
1 scalogno,
1 foglia di alloro,
1 rametto di rosmarino,
150 gr di pancetta fresca affettata sottile,
olio extravergine di oliva q.b.,
750 cc di vino bianco secco,
½ l di brodo vegetale,
1 bicchiere di latte,
sale e pepe q.b.
Per il pure’ di porro:
12 porri medi (solo la parte bianca),
2-3 scalogni,
olio extravergine di oliva q.b.,
½ bicchiere di brodo vegetale,
50 gr di formaggio grana,
burro q.b.,
1 bicchiere di latte,
sale e pepe q.b.
Per i nidi di mela: 6 mele golden,
4 patate farinose,
1 fetta di pancetta affumicata,
1 noce di burro,
1 bicchiere di brodo vegetale,
1 scalogno,
sale e pepe q.b.
 
PROCEDIMENTO
Lavare e asciugare lo stinco, avvolgerlo nella pancetta, tritare lo scalogno e pelare gli spicchi d’aglio. Lavare e tritare il rosmarino. In una casseruola, rosolare lo stinco in due cucchiai di olio di oliva e a parte brasare scalogno e l’aglio tritati, deglassare con vino bianco, aggiungere l’aglio e lo scalogno tritato e continuare la cottura per 10 minuti. Aggiungere la foglia d’alloro, il rosmarino e un po’ di sale. Cuocere in forno a 180° per circa 2 ore e mezza, aggiungendo di tanto in tanto brodo bollente per mantenere l’umidità, a 30 minuti dalla fine cottura aggiungere un bicchiere di latte bollente. Nel frattempo, preparare il purè.
Lavare i porri eliminando tutta la parte verde e anche l’anima centrale, tagliarli a rondelle e farli stufare in un trito di scalogno brasato con un cucchiaio di olio di oliva. Bagnarli con ½ bicchiere di brodo vegetale, cuocerli per una decina di minuti quindi frullarli con una noce di burro, 2 cucchiai di formaggio grana e 1 bicchiere di latte (deve risultare un purè morbido). Completare con i nidi di mele.
Privare le mele della calotta superiore. Svuotarle con uno scavino senza rompere la buccia. Tagliare a tocchetti la polpa. Tritare uno scalogno e ridurre a dadini anche la patata e la pancetta. In una noce di burro brasare lo scalogno, aggiungere la patata con mezzo bicchiere di brodo e far cuocere 15 minuti. Verso fine cottura aggiungere la pancetta e la polpa di mela. Nel frattempo avvolgere le mele svuotate e le calotte in foglie di alluminio, passarle in forno qualche minuto a 180° per farle appassire. Togliere dall’alluminio, riempirle con la composta di patate, mele e pancetta e servirle con lo stinco sul purè di porri.      

25 commenti:

  1. Questo stinco è una meraviglia!!! Bravissima!! Bacioni.

    RispondiElimina
  2. Teso' questo piatto è una libidineeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ciao! buon w.e.1

    RispondiElimina
  3. Mamma che capolavoro, un piatto da 10 e lode :P

    RispondiElimina
  4. Che favola, poi i nidi di mela mi ispirano un sacco...

    RispondiElimina
  5. le ricette della calò sono sempre una garanzia!! questa è strepitosa!! ciao! :D

    RispondiElimina
  6. Bellissima ricetta realizzata benissimo!
    Complimenti!!!
    Ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  7. Uno stinco molto appetitoso! Bravissima. Baci e buon fine settimana

    RispondiElimina
  8. che piatto, elaborato in ogni dettaglio, sembra di essere al ristorante...Lo stinco è fenomenale, tra l'altro non costa tanto e presentato così fa un figurone!

    RispondiElimina
  9. Complimenti, fa venire l'acquolina :)
    e cmq in generale nel tuo blog ci sono ottime ricette :)

    RispondiElimina
  10. che bella ricetta! l'unico problema è che è troppo light ;-)

    RispondiElimina
  11. complimenti per il tuo blog, e questa ricetta è strepitosa, bravissima, ciao ciao

    RispondiElimina
  12. Raramente una ricetta di carne riesce a conquistarmi ma ti assicuro che questa volta fa eccezione, trovo che sia squisito, meraviglioso, da provare assolutamente. Le mele ed il purè sono addiritttura irresistibili, insomma, non scherzo(!), è tutto strepitoso. Bravissima! (mi sono entusiasmata troppo? ^_^). Buona domenica. Deborah

    RispondiElimina
  13. io adoro lo stinco..lo faccio spesso..e questo
    pure' di porri e i nidi di mela mi stuzzicano
    non poco...mi copio la ricetta Grazie!!
    bravissima!!
    ciao Enza

    RispondiElimina
  14. che bel piatto!!! le mele poi sono assolutamente deliziose, da copiare come aperitivo. Bacioni

    RispondiElimina
  15. Ciao Vale, splendida ricetta e questi nidi di mela devo provarli ;D Un bacio e a presto Ciaoooooo!!

    RispondiElimina
  16. wow, questa è una super ricetta!! si, a parte lo stinco, ma quel purè e quelle mele sono strepitosi, li segno immediatamente, adoro le cose diverse dal solito!

    RispondiElimina
  17. Un piatto stupendo ricco di sapori e ben amalgamati...buona settimana Luisa

    RispondiElimina
  18. Questo piatto e'struggente! E se non e' primaverile chisseneimporta, scusa la finezza! Sono felicissima di continuare a trovare ricette per i miei denti, mica posso andare avanti a prosciutto e melone per i prossimi 5 mesi, io!!!

    RispondiElimina
  19. Davvero originale come idea!! Bravissima :)

    RispondiElimina
  20. Che carina questa ricetta! Originale! Bravissima ^_* ciao Any

    RispondiElimina
  21. be be ma questa ricetta è strepitosa..e hai ragione i cestini di mele sono molto belli

    RispondiElimina
  22. a però!!!!! che pranzetto!!! un piatto da vero chef, complimenti anche all'aiuto cuoco!!! bello bellissimo si presenta veramente bene.
    ciao Reby

    RispondiElimina
  23. Oh mamma mia, è uno spettacolo... Appena è apparsa la prima foto a video ho sentito aumentare la salivazione!

    RispondiElimina
  24. un pasto decisamente invitante come rinunciare a una cosi ricca preparazione?

    RispondiElimina
  25. meraviglia questo stinco! ma in che recipiente lo avete preparato?!
    Complimenti

    RispondiElimina