29 ago 2013

Budino alla vaniglia senza uova e senza burro



Sono passati più di due anni dall'ultima ricetta postata, e da allora di cose ne sono successe davvero tante: prima tra tutte la meravigliosa scoperta di essere incinta, poi la dolce attesa, la nascita della nostra adorata principessa, e ancora lo "spettacolo d'arte varia" (per citare Paolo Conte) che ci regala giorno dopo giorno vederla crescere. Lei si chiama Giulia, ha 19 mesi, ed è il nostro sole.
Qualche giorno fa parlavo con mia suocera delle ricette che preparo principalmente per la piccola ma che poi mangiamo tutti, e lei giustamente mi ha chiesto cosa aspettassi a tornare al blog. Aveva ragione, e così eccomi qui con una ricettina facile, veloce ed economica perfetta per i bambini e deliziosa per gli adulti: si tratta di un budino alla vaniglia e scorzette di limone molto delicato e leggero, dato che non contiene uova nè burro.
Per prepararlo consiglio di usare il latte intero, non solo perché per quanto mi riguarda è d'obbligo nei dolci, ma anche perchè è quello ideale per i bambini. Io lo preferisco fresco, ma siccome scade in pochi giorni e ne compro poco per volta, va a finire che di tanto in tanto devo ripiegare su quello a lunga conservazione.
Per quanto riguarda lo zucchero, scelgo sempre quello di canna perchè ha un aroma che a me piace particolarmente. Purtroppo non sono riuscita a trovare al supermercato quello integrale, e così ho comprato il Demerara, che è scuro e in granuli abbastanza grossi. A proposito di questo, l'ideale sarebbe polverizzare lo zucchero e la scorza di limone con il robot da cucina in modo da ottenere un budino ancora più liscio di quello che vedete in foto... Eppure io, nonostante abbia il Bimby, mi limito a rovesciarci dentro gli ingredienti tutti insieme e a farli cuocere, senza tritare... Il risultato è comunque ottimo, e le scorzette di limone grattugiate invece che polverizzate mi piacciono ancora di più.
Per addensare uso la farina 00, ma ho tutta l'intenzione di scovare ed acquistare il prima possibile la farina di carruba, che essendo un addensante naturalmente dolciastro, mi permetterebbe di ridurre ulteriormente la dose di zucchero (già dimezzata rispetto alla ricetta originale). Per quanto riguarda le proporzioni, comunque, ognuno dovrà regolarsi a seconda del proprio gusto personale: io amo i budini dalla consistenza "budinosa" :P , quelli cremosi che traballano quando si muove il piatto, per intenderci. Con il latte Esselunga, sia fresco che a lunga conservazione, metto 100 g di farina per litro di latte, ma quando ho provato con un altro latte mantenendo le stesse proporzioni, ne è risultato un budino eccessivamente denso. In questo caso è possibile ridurre ulteriormente la dose di farina/addensante, per ottenere un budino ancora più goloso (praticamente tutto latte! :) ).
Per quanto riguarda la vaniglia, ho finito le due bacche che avevo in casa, e poi ho aperto con grande curiosità il barattolino di polvere di vaniglia bourbon acquistato in un negozietto di prodotti biologici qualche mese fa. La vaniglia così trattata ha un aroma un po' meno intenso, ma è comunque molto buona e comodissima da utilizzare per chi, come me, riesce a infilarne un pizzico praticamente in ogni dolce. In questo caso ce ne va un cucchiaino scarso, e il gioco è fatto.

Bene, l'introduzione è lunghissima, ma ecco la breve ricetta sia in versione Bimby che in versione fornello ;)


 

INGREDIENTI
1l di latte intero
100 g di zucchero di canna
100 g di farina 00
la scorza grattugiata di un limone biologico
mezza bacca di vaniglia

VERSIONE BIMBY
Mettere tutti gli ingredienti nel boccale e cuocere 10 min 100° velocità 4. Versare negli stampi e mettere in frigorifero per qualche ora prima di servire.

VERSIONE FORNELLO
Portare il latte a ebollizione e togliere immediatamente dal fuoco. Mescolare in una ciotola tutti gli altri ingredienti e aggiungere il latte caldo poco a poco per non formare grumi. Rimettere sul fuoco e cuocere lentamente fino a ebollizione (la crema deve velare il cucchiaio), quindi versare negli stampi e lasciare riposare in frigorifero prima di servire.


----------> Ho infine trovato la farina di carrube, e ho preparato il budino con lo stesso procedimento ma cambiando le dosi degli ingredienti:
1l di latte, 30 g di farina di carrube, 70 g di farina 00, 70 g di zucchero di canna.
Ne risulta un budino estremamente aromatico e particolare, che consiglio davvero di provare.... E' adatto anche ai più piccoli, a cui di solito è sconsigliato dare il cacao fino ai 3 anni, in quanto contiene caffeina.

Et voilà! Semplice, no? ;)

2 commenti:

  1. Bentornata!! E con che belle novità!!
    Bello e buono anche il tuo budino! Complimenti a te e tanti auguri alla piccola!!

    RispondiElimina
  2. ciao...seguo il tuo blog gia da un bel po...io sono l amministratrice del blog:
    http://cottoespazzolato.blogspot.it/
    da poco ho dovuto cambiare l url al blog quindi sicuramente non riceverai i miei post nella bacheca...se ti fa piacere riceverli cancellati dal mio sito e riiscriverti...per cancellarti basta che vai sul riquadro dei miei lettori fissi e accedi al mio blog con il tuo username e password...poi sempre dal riquadro dei miei lettori fissi clicchi su la freccia vicini opzioni,poi su impostazioni sito e poi su "non seguire questo blog". dopo di che ti dovresti riiscriverti al mio blog...ne sarei molto onorata...grazie mille...

    RispondiElimina